Michael Denhoff/Wolfgang Ueberhorst - Child, Toys and Landing Peacock

 

Wiesengezwitscher
2011

Titolo: Child, Toys and Landing Peacock
anno: 1980
tecnica: ferro saldato
dimensioni: 259x140x102

PENDELNDE KLANGFENSTER 2010
Sound-installazione

Quando l’arte concreta, portavoce di astrazioni rigorose, entra nel regno apparentemente caotico e sfuggente dell’informale, o recupera suggestioni dalla figura antitetica e dai suoni sperimentali, nuove potenzialità e confini imprevisti, si definiscono tra arti, discipline e poetiche non più diacroniche, verso la catarsi analitica ed esistenziale, nei sotterranei rimossi del “tempo reale”.

Fra geometrie costruttivistiche e sinuosità organiche, l’opera scultorea di Wolfgang Ueberhorst, incontra attivamente l’installazione sonora del compositore Michael Denhoff, e in un giardino di antichissima memoria, si apre il lungometraggio da zero a infinito, della conoscenza, fra mostri e fate, sull’essenza di noi stessi.

I suoni ipnotici e il cinguettio atipico di “Pendelnde Klangfenster” di Michael Denhoff ed i gradini verticali, dal subconscio al concetto, dell’opera ispirata da un viaggio rivelatore in Africa, la scultura “Child, Toys and Landing Peacock” di Wolfgang Ueberhorst in compresenze improbabili e probabili di bambino, giocattoli, il pavone, o il “grande uccello scatenato”, che forse tutto invade e scompagina, ma che oramai è “atterrato” in una morfologia incognita, ma “concreta”, mai più determinante e spersonalizzante.

Wolfgang Ueberhorst, classe 1952, laureato all’Accademia di Belle Arti di Monaco e qui docente per un periodo, è scultore affermato tra Parigi, Monaco e Bonn, oltre che collaboratore del musicista e compositore tedesco Michael Denhoff.

Il compositore pianista e violoncellista, Michael Denhoff nasce nel 1955 ad Ahaus, in Westphalia. Firma la prima composizione a dieci anni e riceve il decisivo impulso da Günter Bialas. Numerosi i premi e riconoscimenti e le prestigiose cariche di insegnamento. Nel 2008 lancia a Bonn la serie musicale e letteraria mot espace sonore.